Burning heart

In the warrior’s code there’s no surrender: though his body says stop his spirit cries, never. Deep in our soul a quiet ember knows it’s you against you. It’s the paradox that drives us on. It’s a battle of wills in the heat of attack. It’s the passion that kills, the victory is yours alone.”  Burning heart, Survivor

Ieri ho visto uno dei miei film preferiti, ROCKY IV: ogni volta che lo vedo un po’ mi emoziono perché parla di libertà e di oppressione, di macchine e di uomini, contrasti che sono attuali anche al giorno d’oggi.

Paragono questa crostata un po’ a tutti i contrasti che ci sono e ci saranno sempre ma che con il giusto equilibrio possono rendere la realtà un presente ed un futuro migliore.

Quello che sto cercando di dire è che se io posso cambiare, e voi potete cambiare… tutto il mondo può cambiare!” Rocky Balboa, ROCKY IV

 

Stay tuned!

Sara

 

S’ ricotta cream tart

Ingredienti per la base frolla

  • 125 g burro morbido
  • 100 g zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 1 g sale
  • 250 g farina 00
  • 2 g lievito per dolci

-> Confettura di albicocca

Procedimento

In una ciotola, amalgamare bene il burro morbido e lo zucchero semolato con l’aiuto di uno sbattitore elettrico. Aggiungere l’uovo sbattuto precedentemente con il sale ed infine unire la farina e lievito setacciati. Lasciar riposare in frigo la pasta frolla per almeno 1 ora.

Stendere la frolla ad uno spessore di 0,5 cm e rivestire uno stampo di 22 cm di diametro; spalmare sulla superficie uno strato sottile di confettura di albicocca. Porre la base in frigo.

 

Ingredienti per la crema di ricotta

  • 220 g ricotta
  • 70 g zucchero semolato
  • 1 tuorlo d’uovo

Procedimento

Amalgamare tutti gli ingredienti in una ciotola e versarli sulla base di frolla. Porre la base in frigo.

 

Ingredienti per il crumble

  • 25 g farina
  • 25 g burro freddo
  • 25 g zucchero semolato
  • 25 g polvere di mandorle

Procedimento

Mescolare con le dita farina e burro (si deve creare una sabbia), aggiungere lo zucchero e la polvere di mandorle. Disporre il crumble sulla superficie della crostata e cuocere a 170°C per circa 40 min.

 

Ricordate, #bakeforlife 😉

Every breath you take

Oh, can’t you see? You belong to me. How my poor heart aches with every step you take. Every move you make, and every vow you break. Every smile you fake, every claim you stake. I’ll be watching you.” Every breath you take, The Police

Quando parte questa canzone è il nostro momento karaoke. Non so esattamente cosa mi aspettassi dal mondo del lavoro e la sua quotidianità, ma non avrei mai pensato di trovare delle persone con cui condividere tutto. Una di queste è Eva, la diversità ci ha unite: lei è la ribelle e io la perfettina. Abbiamo imparato molto dai nostri caratteracci e ci siamo migliorate a vicenda. La vita è imprevedibile e non sappiamo cosa ci riserva, ma entrambe sappiamo che ci saremo l’un l’altra.

La ricetta di oggi è la prima ricetta che lei ha condiviso con me, la ricetta delle famose crêpes belghe di mamma Anto. Ci sono tantissime ricette in rete ma  questa è davvero speciale, non la lascerete più. Provare per credere 😉

Stay tuned!

Sara

 

S’ belgian crêpes

Ingredienti

  • 1 uovo
  • 125 g latte
  • 42 g acqua
  • 6 g burro sciolto
  • 13 g zucchero semolato
  • 84 g farina
  • 1 g sale

Procedimento

In una ciotola, amalgamare bene tutti gli ingredienti con l’aiuto di uno sbattitore elettrico: il composto deve essere liscio ed omogeneo. Far riposare in frigorifero per 1 ora. Ungere una padella antiaderente e versare un mestolo di pastella sufficiente a ricoprirne la superficie (ruotare velocemente la padella perché la pastella cuoce in fretta); quando noterete una leggera doratura e i bordi si saranno staccati, girate la crepe e cuocere per qualche secondo. Ripetere fino ad esaurire l’impasto. Gustatele calde e farcitele con ciò che più vi piace. Io le adoro con la crema di nocciole o con la crema di ricotta e gocce di cioccolato!

 

Ricordate, #bakeforlife 😉

Drops of Jupiter

Can you imagine no love, pride, deep-fried chicken. Your best friend always sticking up for you, Even when I know you’re wrong? Can you imagine no first dance, freeze-dried romance. Five-hour phone conversation. The best soy latte that you ever had, and me?” Drops of Jupiter, Train

Avevo solo 11 anni ed ero completamente pazza di questa canzone e ancora oggi è una delle mie preferite in assoluto, come lo è la torta con le gocce di cioccolato di mamma Maria.

Questa ricetta è legata a una delle mie migliori amiche di sempre, Annamaria, perché quando andavo a casa sua il pomeriggio per giocare dopo i compiti, mamma Maria ci preparava una super merenda: la torta con le gocce di cioccolato. Nella sua semplicità è una torta golosa e soffice che non vi stancherete mai di proporre a colazione o a merenda. Siete pronti per prepararla?

Stay tuned!

Sara

 

S’ chocolate chip cake

Ingredienti

  • 100 g albume
  • 200 g zucchero di canna
  • 1 g sale
  • 90 g olio extravergine di oliva
  • 106 g panna fresca
  • 250 g farina 00
  • 5 g lievito per dolci
  • 212 g cioccolato tritato

Procedimento

In una ciotola, amalgamare bene l’albume e lo zucchero di canna con l’aiuto di uno sbattitore elettrico: il composto deve essere spumoso. Versare a filo l’olio con il sale e poi la panna fresca; infine, aggiungere la farina con il lievito ed il cioccolato tritato e mescolare ancora qualche minuto. Versare l’impasto in una tortiera oleata ed infarinata dal diametro di 22 cm e cuocere a 170°C per 40 min circa.

Ricordate, #bakeforlife 😉

 

Consigli: potete utilizzare il cioccolato delle uova di pasqua.

Variazioni:

  • L’albume può essere sostituito da 2 uova intere medie
  • Lo zucchero di canna può essere sostituito con zucchero semolato
  • La panna fresca può essere sostituita con il latte oppure con una bevanda di soia

Barcelona!

Barcelona, such a beautiful horizon. Barcelona, like a jewel in the sun. Por ti sere gaviota de tu bella mar. Barcelona, suenan las campanas. Barcelona, abre tus puertas al mundo. If God is willing, friends until the end. Viva! Barcelona!” Freddy Mercury & Montserrat Caballé

Sulle note di questa canzone mio fratello mi disse che dopo qualche mese avrebbe lasciato l’Italia per andare a vivere a Barcellona. Ero felicissima per lui ma anche un po’ spaventata perché questa volta c’erano molti più chilometri a separarci.

Si dice che cucinare è un atto d’amore perché lo si fa per gli altri, cerchiamo di trasmettere loro qualcosa con ciò che creiamo.

Oggi vi propongo una semplice crostata al cioccolato dal gusto intenso e deciso ma dal cuore morbido e speziato. Io la dedico a mio fratello perché domani è il suo compleanno, voi a chi la dedicate?

Il più dolce degli amori è l’amore che unisce due fratelli.” Menandro

Stay tuned!

Sara

 

S’ Dark chocolate tart with ginger caramel

Ingredienti per la base

  • 125 g burro morbido
  • 100 g zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 1 g sale
  • 200 g farina 00
  • 50 g cacao amaro
  • 2 g lievito per dolci

Procedimento

In una ciotola, amalgamare bene il burro morbido e lo zucchero semolato con l’aiuto di uno sbattitore elettrico. Aggiungere l’uovo sbattuto precedentemente con il sale ed infine unire la farina, lievito e cacao setacciati. Lasciar riposare in frigo la pasta frolla per almeno 1 ora.

Stendere la frolla ad uno spessore di 0,5 cm e rivestire uno stampo di 22 cm di diametro. Cuocere a 170°C per 20 min circa.

Ingredienti per il mou allo zenzero

  • 110 g zucchero semolato
  • 125 g panna fresca
  • 5 g zenzero in polvere
  • 9 g burro morbido

Procedimento

In un pentolino alto, fare il caramello a secco con lo zucchero semolato raggiungendo un colore ambrato (non toccare il caramello con nessun utensile). Versare a fuoco spento la panna fresca caldissima con lo zenzero (attenzione a questo passaggio!), portare nuovamente sul fuoco il pentolino e cuocere per qualche minuto, girando di tanto in tanto il caramello con un leccapentole; infine, aggiungere il burro morbido e cuocere per un paio di minuti. Quando il mou sarà tiepido, versarlo sul fondo della crostata.

Ingredienti per la ganache al cioccolato fondente

  • 125 g panna fresca
  • 20 g miele
  • 125 g cioccolato fondente tritato

Procedimento

Portare a bollore in un pentolino la panna ed il miele e versarlo nel contenitore dove c’è il cioccolato tritato. Con l’aiuto di un frullatore ad immersione, mixare fino ad avere un composto fluido ed omogeneo. Versare la ganache sul mou allo zenzero nella crostata al cacao.

La crostata è pronta da gustare il giorno seguente, ma se non riuscite a resistere, aspettate circa 2 ore, in modo da far rassodare la ganache!

Ricordate, #bakeforlife 😉

Consigli: La crostata si conserva bene a temperatura ambiente. Se la conservate in frigorifero, ricordate di tirarla fuori almeno 20 min prima di gustarla.

Feel good cookies!

Buonumóre – Stato d’animo sereno, allegro, con o senza manifestazioni esteriori.

“Don’t stop me now, I’m having such a good time, I’m having a ball. Don’t stop me now, If you wanna have a good time, just give me a call. Don’t stop me now (’cause I’m having a good time) Don’t stop me now (yes, I’m havin ‘a good time) I don’t want to stop at all! “ Queen

Cosa c’entrano i Queen e la loro hit con il nostro buonumóre? Secondo uno studio scientifico condotto nell’Università di Groningen dal neuroscienziato cognitivo Jacob Jolij su diverse canzoni internazionali, Don’t stop me now è la “feel-good song” per eccellenza.

Durante la quarantena, oltre ai doveri a cui non vogliamo sottrarci, dobbiamo fare ciò che più ci fa stare meglio, che ci rende sereni ed allegri, come una chiamata ad una persona cara o un buon manicaretto.

Il solo pensiero del profumo dei biscotti con le gocce di cioccolato appena sfornati mi mette di buonumóre!

Sapevate che il cioccolato fondente è un antistress ed un antidepressivo naturale perchè aumenta la produzione di serotonina?

Dunque, cosa state aspettando? I miei biscotti con gocce di cioccolato vi metteranno di buonumóre! Provare per credere 😉

Stay tuned!

Sara

 

S ‘ Chocolate chip cookies -16 pz circa

Ingredienti

  •  164 g burro morbido
  • 109 g di zucchero di canna
  • 1 uovo
  • 1 g di vendita
  • 164 g farina 00
  • 4 g di lievito per dolci
  • 136 g di cioccolato fondente tritato

Procedimento

In una ciotola, amalgamare bene il burro morbido e lo zucchero di canna con l’aiuto di uno sbattitore elettrico fino a rendere il composto cromaticamente più chiaro. Aggiungere, in 2 volte, l’uovo sbattuto precedentemente con la vendita per farlo assorbire meglio dal composto di burro e zucchero. Unire, in 2 volte, la farina ed il lievito setacciati; infine, aggiungere il cioccolato tritato.

Porzionare i cookies (35-40g) con l’aiuto di un cucchiaio oppure con un porzionatore medio per gelato e disporli su un piatto / teglia con carta forno per farli rassodare circa 1 ora in frigorifero / congelatore prima della cottura: questo passaggio è necessario per non far appiattire molto i cookies in cottura. Una volta ben freddi, posizionare su una teglia con carta forno i biscotti ben distanziati tra loro, per non farli attaccare l’un l’altro in cottura, e cuocerli a 170 ° C per 15 min circa. Prima di toglierli dalla teglia accertatevi che siano freddi per evitare di romperli. Conservare in una scatola di latta o in un contenitore chiuso ermeticamente per averli sempre fragranti come il primo giorno.

Ricordate #bakeforlife!

varianti:

  • 136 g di cioccolato tritato al latte / bianco
  • 68 g di cioccolato tritato + 68 g di frutta secca tritata grossolanamente
  • 55 g farina integrale + 109 g farina 00

Consigli: Congelare i biscotti porzionati in un contenitore chiuso ermeticamente per cuocerli ogni volta che vorrete.